La grande novità di Esketamina

Oggi abbiamo un’arma in piùEsketamina è considerato come un vero e proprio Salvavita per i pazienti con depressione e resistenti alle cure. Somministrata in un ambiente sicuro con costante monitoraggio, controlliamo ogni andamento della cura personalizzata sul paziente, passo per passo.

Il nostro programma specifico ha una durata di di 8 settimane: Esketamina viene combinata con un antidepressivo mirato e calibrato sulla dimensione e la gravità di ogni singolo paziente. Anche se non è obbligatorio, siamo in grado di mettere a disposizione anche un test genetico in grado di fornire preziose informazioni personalizzate sulla classe e/o sugli agenti farmaceutici specifici che funzioneranno meglio per il singolo soggetto.


Che cos’è l’Esketamina?

L’Esketamina ha come base un farmaco chiamato Ketamina, un anestetico che è stato anche usato per molti anni per trattare la depressione. Ma solo recentemente l’esketamina, una versione più potente della ketamina, ha ottenuto l’approvazione della FDA specificamente per l’uso come spray nasale per i pazienti con depressione resistente al trattamento.

L’Esketamina deriva da una parte della molecola della ketamina” ma è più potente, si può usare a dosaggi più bassi con un minor numero di effetti collaterali. Adesso è disponibile in una versione intranasale approvata dalla FDA.

Per quali soggetti è indicato il trattamento a base di Esketamina?

Attualmente, l’Esketamina è indicata per le persone con depressione resistente al trattamento. Cioè tutti quei pazienti che hanno provato almeno altri due antidepressivi (per almeno sei settimane ciascuno) senza aver sperimentato la remissione o almeno un miglioramento del 50% dell’umore.

Per le persone che non hanno avuto successo con altri antidepressivi L’Esketamina rappresenta l’occasione di provare come possa essere vivere senza la depressione: in molti casi rappresenta davvero uno motivo di speranza di potersi sentire meglio con un giusto trattamento.

In quale modo l’Esketamina aiuta a trattare la depressione?

L’Esketamina e la sua correlata Ketamina, sono trattamenti della depressione molto efficaci per una serie di ragioni: la funzione antidepressiva dell’Esketamina funziona attraverso un meccanismo diverso da quello degli altri farmaci. Gli antidepressivi convenzionali aumentano i livelli di sostanze chimiche naturali come la serotonina, la norepinefrina e la dopamina. Queste sostanze chimiche sono come messaggeri che trasmettono la comunicazione tra le cellule cerebrali. La teoria è che avere una maggiore quantità di questi neurotrasmettitori permetterebbe una migliore comunicazione tra le cellule cerebrali e influenza positivamente l’umore.

L’Esketamina funziona in modo simile, ma a differenza di altri antidepressivi aumenta i livelli di glutammato, il messaggero chimico più abbondante nel cervello. Il risultato offre un maggiore impatto su più cellule cerebrali alla volta.

Gli antidepressivi comuni sono ad azione lenta. Spesso ci vogliono diverse settimane per ottenere effetti che i pazienti possano percepire chiaramente. L’Esketamina, invece, ha un impatto immediato sulle cellule cerebrali, offrendo sollievo dai sintomi depressivi entro poche ore.

Fino al 33% delle persone con depressione non risponde a diversi tipi di antidepressivi convenzionali. L’Esketamina riduce i sintomi della depressione nella maggioranza di queste persone, come dimostrato durante gli studi clinici.

La ricerca suggerisce che la depressione non trattata causa danni cerebrali a lungo termine ed è un fattore di rischio per la demenza. Gli studi mostrano che le persone con depressione hanno fino al 20% di restringimento dell’ippocampo, una regione del cervello critica per la memoria e l’apprendimento. Ma l’esketamina può contrastare gli effetti dannosi della depressione.

Gli studi sugli animali indicano che le connessioni tra le cellule del cervello diminuiscono sotto lo stress cronico, ma l’Esketamina inverte questi cambiamenti legati allo stress: è diversa da qualsiasi altro antidepressivo in quanto non solo previene gli effetti neurotossici della depressione sul cervello, ma sembra anche avere un effetto di promozione della crescita di nuove connessioni neuronali.