Depressione
immagine di un burattino

Il Prof. Stefano Pallanti è uno dei pionieri del mondo ad utilizzare le terapie di stimolazione magnetica ed elettrica per la cura della depressione e l’ansia dal 2005.

La caratteristica comune dei disturbi depressivi è la presenza di umore triste, vuoto o irritabile, accompagnato da cambiamenti somatici e cognitivi che influenzano significativamente la capacità di funzionamento dell’individuo. Ciò che differenzia i disturbi inclusi in questo capitolo sono la durata, il timing e la presunta eziologia. I disturbi inclusi in questa categoria sono elencati in Tabella

TABELLA DISTURBI DEPRESSIVI
Disturbo da disregolazione dirompente dell’umore
Disturbo depressivo maggiore
Disturbo depressivo persistente (Distimia)
Disturbo disforico premestruale
Disturbo depressivo indotto da sostanze o da farmaci
Disturbo depressivo dovuto ad altra condizione medica
Disturbo depressivo specifico o non specificato

(Estratto dal libro Psichiatria Elementare Oltre il DSM-5, Stefano Pallanti, 2016)

• Programma per la cura della depressione
• Depressione in Diabete – cura olistica senza l'impiego di farmaci
• Prevenzione dalle ricadute

Trattamento

  1. Diagnosi e Valutazione
    Con interviste per la definizione di depressione unipolare, spettro bipolare, distimia, depressione in età evolutiva ed in età senile.
  2. Valutazione delle comorbidità
    Di tipo psicopatologico, endocrinologico, intolleranze alimentari, stile di vita, intolleranze farmacologiche.
  3. Definizione del grado ri resistenza e nuova terapia
    Programma per la cura della depressione
    Terapia Farmacologica
    • con controllo dei livelli plasmatici del farmaco
    • associazione con Therapeutic Drug Monitoring (TDM)
    Terapia Non Farmacologica
    • terapia comportamentale e nutrizionale
    • terapie di neuromodulazione:
      • stimolazione magnetica transcranica (TMS)
      • stimolazione elettrica diretta continua
      • PESF (Pulsating Electrostatic Field Therapy

Depressione in Diabete – cura olistica senza l’impiego di farmaci
I dati forniti da studi scientifici ci dicono che i pazienti diabetici hanno, rispetto alla popolazione generale, un rischio doppio di sviluppare Depressione Maggiore.
L’associazione fra diabete e depressione rappresenta una situazione clinica di particolare gravità. Da una parte i sintomi depressivi peggiorano il controllo glicemico e aumentano le complicanze diabetiche; dall’altra le alterazioni metaboliche e le disabilità derivanti dal diabete possono peggiorare la depressione.
Nonostante le importanti implicazioni cliniche e la frequente associazione fra i due disturbi, la depressione nei pazienti diabetici viene spesso sottovalutata o non diagnosticata.
Purtroppo però la maggior parte dei farmaci antidepressivi ha un impatto negativo sul controllo glicemico.

L’utilizzo di terapie di neuromodulazione, quali rTMS e PESF, permette di ottenere ottimi risultati in questa particolare condizione clinica. Con la rTMS si ottiene un miglioramento del tono dell’umore e con la PESF si migliorano gli scambi di ossigeno nei tessuti periferici e la circolazione capillare, si migliora il controllo glicemico e si favorisce la perdita di peso.
Alle tecniche di neuromodulazione vengono inoltre associati un appropriato regime nutrizionale ed uno specifico programma di attività fisica, che aiutano a stimolare l’organismo rimettendo in moto la neurogenesi, e riducendo i fattori metabolici aggressivi, come le citokine infiammatorie, gli eccessivi livelli del cortisolo ematico.
Infine un ciclo di psicoterapia cognitivo-comportamentale migliora la gestione dello stress, aiuta a riacquistare un corretto stile di vita e favorisce l’adesione alle prescrizioni mediche.
Depressione e alterazioni del metabolismo sono sempre associate e il ritorno a una condizione di salute deve corrispondere all’equilibrio di ambedue le condizioni.
Presso l’Istituto di Neuroscienze è oggi possibile curare la Depressione nei pazienti diabetici con cura olistica anche senza l’impiego di farmaci:

Prevenzione dalle ricadute

Programma

  1. PSICOEDUCAZIONE E STILE DI VITA
    Quattro incontri di gruppo, aperti anche ai familiari, con focus su:
  • Compliance
  • Sintomi residui
  • Sintomi Prodromici
  1. VISITA MENSILE DI CONTROLLO CLINICO
    Di tipo psicopatologico, endocrinologico, intolleranze alimentari, stile di vita, intolleranze farmacologiche
  2. PSICOTERAPIA INDIVIDUALE PER I SINTOMI COGNITIVI
banner pubblicitario

Articoli correlati

 

Nuove cure nella Depressione [VIDEO]

Nuove cure nella Depressione [VIDEO]

Il Prof. Stefano Pallanti parla della nuove cure nella depressione in questo video apparso in origine all’interno della trasmissione “Salute e benessere” su Italia7, il 3 Dicembre 2014. Nel corso della puntata il Prof. Pallanti citerà alcune delle sue esperienze in...

Neuroplasticità del Cervello [VIDEO]

Neuroplasticità del Cervello [VIDEO]

In questo video del 2014 il Prof. Stefano Pallanti parla degli studi sulla neuroplasticità del cervello che hanno portato a innovative terapie di cura

Guarire? Sì!

Guarire? Sì!

Prof. Stefano Pallanti Curarsi e superare la fase acuta della malattiaè il primo obbiettivo, ma non basta. Spesso la richiesta del paziente è quella di tornare a stare come prima della malattia. La malattia lascia una traccia dolorosa che molti vorrebbero cancellare....