Seleziona una pagina
Ketamine Clinic
la formula chimica della Ketamina

Ketamina ed Esketamina come trattamenti della depressione resistente

Il Dr. Thomas Insel (ex direttore del National Institute of Mental Health degli Stati Uniti) ha scritto, nel 2014, che “la ketamina, somministrata per via endovenosa, potrebbe essere la svolta più importante nel trattamento antidepressivo negli ultimi decenni”.

La Ketamina utilizzata per la terapia infusiva è composta da K-ketamina e S-ketamina ed è stata a lungo utilizzata come anestetico. L’Esketamina è la S-ketamina e somministrata per via intranasale.

Somministrati a basse dosi, funzionano in modo diverso sui neurotrasmettitori nel cervello dagli antidepressivi tradizionali come gli SSRI. Sono più veloci ad agire, con successo nel ridurre i sintomi della depressione e l’ideazione suicidaria. Sono oggi considerato come un salvavita per i pazienti con depressione resistente alle cure.

L’Esketamina è stata approvata dalla FDA (Food and Drug Administration) nel 2019 per curare la depressione resistente al trattamento.

Non esistono i farmaci che fanno male o fanno bene. I farmaci fanno male quando vengono utilizzati in modo scorretto.

Sia la Ketamina che l’Esketamina, sono allucinogeni e un uso improprio può causare un pericolo medico.

Un attento esame deve essere effettuato per scegliere il candidato giusto. Il trattamento deve essere somministrato in un ambiente controllato con uno stretto monitoraggio a lungo termine.


Iscriviti alla Newsletter per ricevere direttamente i contenuti più interessanti


Sfoglia gratuitamente la rivista

banner pubblicitario

Articoli correlati

 

Non-Invasive Brain Stimulation in Psychiatry

Non-Invasive Brain Stimulation in Psychiatry

The Case of TMS Nelle date di Giovedì 22 e Venerdì 23 Settembre 2022, a Roma presso l'Hotel Barcelò Arab Mantegna, si terrà il Convegno "Non-Invasive Brain Stimulation in Psychiatry: The Case of TMS", organizzato dal Prof. Stefano Pallanti e dall'Istituto di...